HomeDomande frequentiIl concetto di Sollievo sembra rappresentare un elemento cardine nelle attività dell'Associazione, del Policlinico e dell'Istituto di Radiologia. Qual è per voi la valenza di questo termine e in che modo esso si concilia con la prassi clinica quotidiana?

 

 

 

 Il concetto di Sollievo sembra rappresentare un elemento cardine nelle attività dell'Associazione, del Policlinico e dell'Istituto di Radiologia. Qual è per voi la valenza di questo termine e in che modo esso si concilia con la prassi clinica quotidiana?

 

La Rete del Sollievo, promossa dalla Divisione di Radioterapia del Policlinico Gemelli e ormai estesa a numerosi centri in tutta Italia, nasce proprio dall'esigenza di collegare fra loro risorse umane e tecnologiche per garantire la radioterapia a pazienti cronici in evoluzione di malattia, i cosiddetti malati terminali. Si tratta di un sistema organizzativo che facilita il trasferimento dei pazienti con le relative informazioni cliniche tra diverse strutture di assistenza: l'Hospice, l'Assistenza Domiciliare, il Centro di Radioterapia. Quest'ultimo dispone di alcuni posti-letto dedicati, e gestiti dal radioterapista oncologo all'interno dell'ospedale; mediante ricoveri di breve durata, possono essere eseguite le applicazioni radioterapiche più appropriate. La pronta dimissione del paziente lo restituirà all'Hospice o al suo ambiente domiciliare assicurandogli un'assistenza adeguata e amorevole.

 

 

 

 

Vai all'inizio della pagina